Barillà (La Stampa): "Kulusevski è un predestinato, ma è costato tanto. Emre Can finanzierà l'acquisto dello svedese"

03 gen 2020 09:08Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Avanti Madama’, è intervenuto il giornalista de La Stampa Antonio Barillà: “La Juve subisce troppo rispetto al passato? Assolutamente sì, è il prezzo del gioco di Sarri che attacca tanto ma subisce anche. Qualcosina va sistemato, quando ti difendi così alto è chiaro che i meccanismi devono essere perfetti. Io credo però che sia molto utile adesso avere una fase in cui la squadra può lavorare con continuità e raggiungere quell’amalgama e quella continuità di gioco che renderà più solida la fase difensiva. Sarri difende con una linea difensiva molto alta, sicuramente i gol presi in più stanno lasciando delle tracce non tanto sulla classifica ma sul tipo di gioco”.

Su Kulusevski: “È un’ottimo giocatore, credo che sia uno dei migliori prospetti europei in quella fascia d’età. Ha grande personalità, è sicuramente un predestinato. Poi bisognerà vederlo all’atto, bisognerà non mettergli pressione. Resta qualche dubbio sul costo eccessivo del cartellino È diventato il quarto giocatore più pagato dalla Juve, ma non è un problema della Juventus, è un problema delle cifre che ormai sono drogate. Ma le qualità del giocatore penso che siano tali da mettere al riparo da sorprese”.

Che succederà con Emre Can?  “Io credo che sarà il tesoretto che finanzia l’acquisto di Kulusevski. Penso che finirà sul mercato e che serva fare cassa, visto che Mandzukic non ha fruttato nulla se non il risparmio dell’ingaggio. Emre Can penso possa essere sacrificato per offerte di un certo rilievo. È sul mercato perché ha ottime offerte, vive una fase complicata, ma non è che si è imbrocchito. Stanno valutando anche offerte che prescindono da scambi anche per non ingolfare il centrocampo”.

Sul campionato: “Io mi aspetto Juve-Inter. Ho grande rispetto per la Lazio, ho sempre detto che non è lì per caso. Aggiungici l’entusiasmo e la mancanza di pressioni, ma c’è il problema della mancanza dei ricambi. Il campionato è lungo e logorante, quindi questo rischio c’è”.


"Avanti Madama" con Nicola De Bonis e Alessandro Santarelli Ospiti: Filippo Bonsignore, Antonio Barillà e Andrea Bosco © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy