Jacobelli: "Marchisio meritava l'addio nel proprio stadio. Non vedevo un'Inter così autorevole dai tempi di Mourinho"

03 ott 2019 16:54Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Cose di Calcio’, è intervenuto il direttore di Tuttosport Xavier Jacobelli: “Marchisio è stato uno dei centrocampisti più forti degli ultimi 20 anni, ha indossato la maglia bianconera per 25 anni. È sempre stato un campione di stile, ha sempre suscitato grande rispetto degli avversari. Dare l’addio al calcio nello stadio della propria squadra e in un contesto di grande attenzione mediatica credo che sia ciò che questo giocatore merita”.

Sull’Inter: “Era dai tempi di Mourinho che non vedevo l’Inter esprimersi con questa autorevolezza. L’arbitro Skomina credo abbia sbagliato, c’era un rigore netto per l’Inter. È un’Inter temibile, che va rispettata. Sicuramente il cammino in Champions League ora si complica, però è un’Inter che sta bene, che ha in Lautaro Martinez un giocatore che continua a progredire. Vedremo se Lukaku recupererà per domenica. Non è una sfida decisiva per il titolo, ma sarà importante perché fotograferà lo stato delle due rivali. È un’Inter in forte crescita di grande marca contiana, ma anche la Juventus ha dato una buona prova con il Bayer Leverkusen, ritrovando un grande Higuain e la crescita di Dybala. Sarri può variare lo schema tattico inserendo Ramsey alle spalle delle punte, credo che anche la Juve arrivi nelle condizioni migliori a questa sfida”.


"Cose di calcio" con Antonio Paolino e Chiara Papanicolaou. Ospiti della puntata: Giovanni Albanese (RBN), avv. Massimo Durante, Pasquale Gallo (opinionista), Xavier Jacobelli (direttore Tuttosport). © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy