Katia Serra: "Serie A femminile, Juve e Fiorentina hanno qualcosa in più. Le bianconere possono giocarsela con il Barcellona"

05 September 2019 13:45Altre notizie

L’ex calciatrice Katia Serra ha parlato oggi ai microfoni di Radio Bianconera nel corso di ‘Bordocampo’: “L’Italia Femminile? È chiaro che la consapevolezza che si può fare meglio c’è da parte di tutti, sono ragazze mature. La squadra ha palesato un ritardo di condizione, ma penso anche che sia dovuto alle fatiche post Mondiale. Credo che il rischio di vedere qualche difficoltà anche successivamente c’è, dopo il Mondiale anche nel calcio maschile si rischia di giocare una stagione non al top. Le ragazze possono fare molto meglio, bisogna ritrovare quel quid mentale per dimostrare di saperci fare. Nelle ultime partite abbiamo sbagliato troppo”.

Sul Mondiale: “Gli ascolti sono stati importanti considerando gli orari, lo zoccolo duro sta seguendo le ragazze e continuerà a tifarle. In giro si percepisce entusiasmo, anche le ragazze ora vivono una riconoscibilità che prima non avevano. È normale che le attenzioni sono un po’ calate, succede sempre dopo i Mondiali. Ma tante persone che prima non se ne occupavano, ora conoscono la Nazionale azzurra”.

Sul campionato femminile: “È il campionato più bello di sempre, ancora di più dell’anno scorso. Credo che Juve e Fiorentina sulla carta hanno qualcosa in più legato all’esperienza, ma penso che anche Inter, Roma e Milan siano subito lì a ridosso. Sarà una stagione che fino alla fine resterà incerta sia per lo Scudetto che per il secondo posto che apre le porte della Champions. Anche l’Hellas è cresciuta, il Sassuolo pure. Tante squadre potranno mettere in difficoltà”.

Sulla doppia sfida tra Juventus e Barcellona: “È complicata, il Barcellona è una squadra temibile, ma la Juventus ha la fisicità per mettere in difficoltà una squadra che si basa molto sul palleggio come quella blaugrana. La Juve quando riesce a rimanere equilibrata è una squadra organizzata, può anche trovare gol su palla inattiva. I favori vanno sicuramente al Barcellona, ma vedo una Juve che se la può giocare e può dire la sua fino all’ultimo istante dell’ultimo confronto”.

Su Chiellini e Gama: “Ho il privilegio di conoscerli da tempo e nel caso di Sara di averla scelta anche come collaboratrice nell’associazione calciatori. Ho la fortuna di conoscere anche le persone, non sono i professionisti, e conosco bene il loro lavoro sul campo dove mettono sostanza per il bene comune. È un piacere confrontarmi con loro, intellettivamente sono due persone molto valide che portano sempre contenuti concreti e interessanti. Mi dispiace per Giorgio e per quello che gli è successo, anche perché per tanti anni è capitato a me. Ci sono passata sei volte. E sono contentissima per Sara per quello che ha fatto dentro e fuori dal campo”.


"Bordocampo" con Edoardo Siddi e Simone Dinoi. Ospiti della puntata: Jacopo Azzolini (CalcioNews24) e Katia Serra (ex calciatrice). © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy