La Vecchia: "Juventus, per completare la rosa vorrei Icardi e Isco"

08 agosto 2019 16:00Altre notizie

L’ex calciatore della Juventus Alessandro La Vecchia ha parlato ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso della trasmissione ‘Cose di Calcio’: “Torino mi ha cresciuto, è una città che porto sempre nel cuore. Giocherò a Carmagnola, era difficile rinunciare a un’occasione del genere perché a Torino conosco tantissima gente. Mancano alcuni dettagli, ma al 99% ricomincerò da lì”.

Sull’esperienza alla Juventus: “Sono arrivato nel 2000 che ero un ragazzino, sono passati diversi anni. Era il sogno di qualunque bambino di quell’età, ogni piccolo ambisce a giocare nella sua squadra del cuore. Ho vissuto tante emozioni, era un mondo completamente nuovo. Tante difficoltà all’inizio, ma porto sempre nel cuore quell’esperienza. Mi sono allenato con Del Piero che era il mio idolo sportivo e umano. È stato un onore. Le sfide nei palleggi con Davids? Anche quelli sono aneddoti carini della mia esperienza in bianconero. Edgar era un grandissimo campione, l’ho sfidato una volta ed è andata bene”.

Cosa non ha funzionato nella tua carriera? “Credo che la fortuna uno se la vada a cercare. I giocatori che arrivano a giocare nella Primavera della Juventus sono tutti bravi, poi la differenza la fanno i dettagli. La testa ha influito tantissimo, ho fatto tanti errori di gioventù dettati dal carattere e dalla mancanza di una guida”.

Sulle esperienze in Tailandia e in Estonia: “Chiaro che quando esci da un determinato giro devi percorrere altre tappe. Mi sono costruito queste opportunità da solo ed è stata una grandissima soddisfazione. Sicuramente la Serie A in Estonia non è al livello della Serie A, ma rimane comunque un’esperienza. È sempre difficile dimostrare le proprie qualità in qualunque categoria e in qualunque stato”.

Su Gasperini: “Ho avuto la fortuna di conoscerlo, mi ha fatto esordire contro il Genoa in Coppa Italia. Lo ricordo in maniera particolare così come Schincaglia. Lo sono andato a trovare a Zingonia, credo che sia un allenatore molto preparato”.

Sulla Juve di oggi: “Sicuramente è una grandissima squadra, mi aspetto ancora qualche colpo di mercato, magari un giocatore in mediana e uno davanti, un attaccante di peso. Spero in Icardi perché secondo me è un grandissimo attaccante. Per com’è strutturata la Juve secondo me farebbe comodo, poi sull’aspetto fuori dal campo non mi pronuncio. Poi Cristiano Ronaldo è un campione talmente grande che giocherebbe bene con chiunque. A centrocampo secondo me manca qualcosa, il mio sogno è Isco, vediamo il direttore cosa riuscirà a portare a casa”.


Alessandro La Vecchia (ex calciatore Juventus) ai microfoni di "Cose di calcio" con Giancarla Tenivella e Fabio Ellena. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy