Moggi: "Il gioco? La Juve guarda il risultato. Ecco chi consiglio a Paratici"

20 nov 2019 16:38Altre notizie

Come ogni mercoledì, l’ex direttore sportivo della Juventus Luciano Moggi ha parlato a Radio Bianconera nel corso di ‘Cose di Calcio’, rispondendo alle domande di alcuni tifosi.

Sarri o Allegri? “Sono domande un po’ impertinenti queste… Allegri ha vinto tanto, Sarri ha da vincere ancora. Vedremo poi alla fine. I giocatori hanno caratteristiche diverse, cercano sempre il gol perché hanno piedi buoni a dispetto del gioco assieme. Gioca male? Perché non ha una manovra corale, sarebbe bello vedere tutti i passaggini. Però quando arrivi terzo in classifica contano poco, la Juve guarda il risultato. Questo perché la Juve non avrà mai un gioco corale”.

Su Ronaldo: “Alla lunga fare due partite a settimana sembra impossibile per tutti, anche per uno che ha 35 anni. È un giocatore che si è costruito, ha dato tutto sé stesso alla professionalità ma la carta d’identità non perdona. È meno reattivo del Real Madrid”.

Un giocatore da consigliare a Paratici: “Dipende dal ruolo. Se andiamo per giocatori giovanissimi, Tonali è uno di questi. A centrocampo la Juve ha bisogno di gente di qualità”.

Clicca sul podcast in calce all'articolo per la trasmissione integrale.


"Cose di calcio" con Antonio Paolino e Chiara Papanicolaou. Ospiti della puntata: Tony Damascelli (giornalista) e Alex Tacchini. Rubrica #MoggiRisponde con Luciano Moggi in collegamento telefonico. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy