Nela: "La Juve può battere chiunque. Zaniolo? io lo vedo esterno. Bianconeri col tridente"

10 gen 2020 10:29Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘2 in Bianconero’, è intervenuto l’ex giallorosso Sebino Nela: “Io sono stato vicino alla Juventus, qualcuno molto in alto aveva pensato che potesse essere una bella coppia con me e Cabrini. La Juve come può battere questa Roma? La Juve ha tutto per battere chiunque, poi magari qualcosa non va bene a livello di singoli, ma resta una squadra fortissima. Il punto debole della Roma? Sicuramente a volte fanno errori di reparto, secondo me l’Atalanta è una delle migliori squadre in assoluto. Su 38 partite, 30 vanno benissimo e nelle restanti 8 magari perdono punti. La Juventus? Sarebbe stato bello se fosse riuscito a fare subito quello che ha fatto a Napoli, ma la Juventus mi sembra una squadra completa, in grado di giocare come meglio crede”.

Sulla difesa: “Forse la Juventus deve temere più giocatori come Pellegrini e Zaniolo più che Dzeko, i difensori si trovano meglio quando hanno un punto di riferimento. Darei più responsabilità al centrocampo piuttosto che alla linea difensiva”.

Su Zaniolo: “Il mercato lo vedremo più avanti. Sicuramente parliamo di un ragazzo che sa fare molte cose, servirà un po’ di tempo per capire quale sarà il suo ruolo. Può fare l’esterno nel 4-3-3 e giocare trequartista dietro la punta, ha una gamba micidiale e questa caratteristica non deve perderla. Io opterei per un ruolo da esterno, ma può fare bene anche da interno di centrocampo. Se fosse un po’ più veloce mi ricorderebbe Bale del Real Madrid. Gli abbiamo fatto fare buone prestazioni, altre meno, ma quando sei giovane è normale. Magari capiterà in una squadra dove c’è un allenatore che vuole farlo giocare in un altro ruolo”.

Tridente per la Juve? “Quando parli con gli allenatori parlano tutti di equilibrio e lo capisco, è la prima cosa che ti insegnano a Coverciano. Poi c’è un’altra corrente che dice che quando hai tre giocatori bravi devi farli giocare. Magari può essere un pericolo calcolato. Io per la forza della Juventus opterei anche per il tridente, chiaro che serve anche un po’ di buona volontà da parte degli altri. Dipende sempre dalla disponibilità dei tuoi giocatori. Dispiace vedere tanta gente brava in panchina”.

A Zaniolo consiglieresti di andare alla Juventus? “Intanto deve piacere alla Juve, parliamo della migliore squadra italiana, poi magari si fanno anche scelte di vita. Ad esempio Nainggolan non sarebbe mai andato alla Juve. Io non conosco Zaniolo né la sua famiglia che sicuramente potrebbero influenzarlo”.

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy