Birindelli: "La Juve ha bisogno di un giocatore come Khedira. Haaland? Vediamo se avrà continuità"

19 feb 2020 23:18Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Stile Juventus’, è intervenuto l’ex juventino Alessandro Birindelli per analizzare il momento della Vecchia Signora: “Khedira? Noi purtroppo abbiamo sotto gli occhi il Napoli di Sarri e il suo gioco, il problema è che non rivedremo mai quella squadra lì perché i giocatori della Juventus sono diversi. Poi in questo periodo sono mancati dei giocatori chiave tra cui Khedira, che ha grande freddezza e capacità di inserimento anche in zona gol, un calciatore che in pochi anno. Secondo me un giocatore come lui, che ti porta anche qualche gol quando le avversarie si chiudono, può essere una carta in più. La Juventus ha bisogno di questo tipo di giocatore”.

Sulla Champions: “Haaland ha avuto un exploit importante in una competizione difficile, poi ovviamente ci vorrà la continuità. In questo momento sta avendo un rendimento fuori dalla norma, bisognerà poi giudicarlo quando rientrerà nella normalità e quando magari avrà dei momenti più difficile. Ma è in una società importante che lo saprà gestire. Il Borussia Dortmund è una squadra difficile da affrontare, il PSG secondo me è una squadra che si specchia troppo. Come dice Gattuso gli manca la ‘cazzimma’. L’Atletico? Simeone ha costruito la squadra in base alle sue caratteristiche, è una squadra che prende pochissimi gol. In campo si vede che la squadra segue l’allenatore in tutto e per tutto. Poi giocare in Champions non è la stessa cosa del campionato, ci sono clima e sensazioni diverse e riesci a tirare fuori anche qualcosa in più in periodi particolari”.

Chi tra Icardi e Haaland? “Quando si parla di grandi giocatori è sempre difficile scegliere. In questo caso andiamo per età quindi diciamo Haaland, anche perché alla Juve c’è già Higuain che non è da meno di Icardi”.

Su Ramsey: “Lo vedo abbastanza faticare, quando vuole fare una giocata è come se avesse il ‘braccino’. La Juventus di questi giocatori secondo me ne ha troppi, Sarri deve andare verso una direzione precisa perché le partite diventano fondamentali”.

Clicca sul podcast in calce per l’intervento completo.


Stile Juventus, rubrica sul mondo Juve a cura di Nicola De Bonis. Ospiti: Alessandro Birindelli, Bruno Longhi, Massimo Pavan, Giovanni Albanese, Andrea Bosco, © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy