Bocci (Gazzetta): "Bonansea sicuramente si è fatta molti ammiratori con la doppietta all'esordio"

14 giugno 2019 16:39Altre notizie

Alessandra Bocci, giornalista de La Gazzetta dello Sport, ha parlato ai microfoni di ‘Bordocampo’ in onda su Radio Bianconera: “Il Mondiale femminile? È molto piacevole, ci sono meno tensioni rispetto al Mondiale maschile. In Francia il calcio delle ragazze è considerato in un modo diverso rispetto che all’Italia, c’è il Lione che è il club forse più forte del mondo. Il Lione voleva Barbara Bonansea che però ha rifiutato perché era da sempre tifosa della Juventus. La volontà della Federcalcio è quella di normalizzare la situazione, rendere il calcio femminile uno sport per le ragazze come tutti gli altri. Chi vuole giocare a pallone non deve essere considerata stravagante. Probabilmente questo Mondiale è uno spot molto positivo, poi bisognerà continuare su questa strada. Come dice la ct Bertolini, il grande risultato non dovrà essere il risultato sportivo ma avvicinare più ragazzine al calcio, rendere più difficile praticarlo e creare una base per il futuro. Adesso c’è entusiasmo, spero che non rimanga una bolla di sapone e che la nostra Nazionale riesca a dare continuità ai risultati, anche se non è in grado di competere con i giganti come gli Stati Uniti o la Germania. Se dovesse riuscire a centrare il primo posto nel girone il cammino potrebbe essere più agevole”.

Sulle bianconere al Mondiale: “La Bonansea era stata inserita tra le dieci attaccanti da tener d’occhio al Mondiale. Ha avuto questa grande ondata di popolarità. Sara Gama è conosciuta perché ha giocato nel PSG, poi c’è Laura Giuliani che si sta dimostrando uno dei migliori portieri, ha fatto dei passi da gigante. La Bonansea sicuramente si è fatta molti ammiratori con la doppietta all’esordio”.

Sull’addio di Allegri: “Lo conosco piuttosto bene, non so se ce la farà a stare fermo un anno. Secondo me non ce la fa, anche se è chiaro che sono stati anni molto stressanti per lui. Gli anni alla Juve hanno portato grandi vittorie, ma anche grandi critiche. Le ultime volte che l’ho visto mi è sembrato stanco e svuotato. Sembra impermeabile alle critiche, ma non è così. Certi dibattiti credo che abbiano lasciato davvero il segno”.


Ignazio Panattieri (ex calciatore del Catania 2002/2003 ed ex compagno di squadra di Martuscello), ai microfoni di "Bordocampo" con Giovanni Albanese ed Edoardo Siddi. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy