Cavasin: "Col Cagliari si è vista un'identità da Juve. Pirlo non è un integralista"

22 nov 2020 18:35Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Domenica Sport’, è intervenuto l’allenatore Alberto Cavasin: “Al di là del sistema di gioco, si è vista un’identità da Juve, una squadra concreta, che vince, non stravince mai ma porta a casa il risultato. Abbiamo visto una squadra con i giocatori messi nei propri ruoli, ha fatto gol e si è difesa come doveva. È venuta fuori una squadra che al di là dell’avversario ha dimostrato delle sicurezze che in altre partite non c’erano. Con Cristiano Ronaldo sicuramente sai che un gol è sempre fatto, ma tutta la squadra ha dei valori tecnici e non solo lui. È una squadra da primo posto”.

Su Pirlo allenatore: “Mi aspettavo tutto questo, prima dell’allenatore comunque c’è l’uomo e il grande calciatore. In breve tempo ha fatto un bel percorso, ha dovuto fare delle verifiche sul campo, quindi all’inizio un po’ ha pagato. Ha le idee chiare ma non è un integralista, la sua identità è data soprattutto dai giocatori che ha a disposizione”.

Su Chiesa e Bernardeschi: “Sicuramente per adesso questo problema non esiste perché si gioca ogni tre giorni, quindi si possono alternare. Secondo me Pirlo ha già deciso che di partita in partita valuterà chi far giocare”.

Clicca sul podcast in calce per la trasmissione integrale.


"Domenica Sport" con Luca Cavallero. Ospiti : Alberto Cavasin (allenatore),Milena Trecarichi (giornalista), Franco Lerda (allenatore), Giovanni Cobolli Gigli (ex presidente Juventus), Rudy Galetti (concorrente Sky Sport Quiz) © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy