Cobolli Gigli: "Alla Juve manca ancora qualcosa per battere il Barcellona. Pirlo? Alcuni soffiavano sul fuoco"

23 nov 2020 09:30Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Domenica Sport’, è intervenuto l’ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli: “Per me Cuadrado è un giocatore essenziale per la Juventus e sta migliorando. È un giocatore importante e mi sembra che Pirlo lo faccia giocare secondo le sue qualità. Cosa manca a questa Juventus per il salto di qualità in Champions? Credo che tutti siano soddisfatti di aver visto una buona Juventus contro il Cagliari, una squadra che ha interpretato quelle che sono le volontà di Pirlo, divertendosi a giocare in attacco e con i grandi giocatori che ha. È un grande passo avanti rispetto alla Juve di qualche settimana fa che era auspicabile ma non certo. Sicuramente per arrivare a battere il Barcellona ce ne vuole ancora, però la strada è giusta. Secondo me non mancano i giocatori, anzi ce ne sono forse addirittura troppi. Può mancare un senso di apprendimento delle lezioni di Pirlo che secondo me si sta dimostrando un allenatore molto più maturo di quelli che soffiavano sul fuoco al suo arrivo. Ci sono state delle sorprese importanti, su tutte Bernardeschi che si era perso per strada ed è tornato. L’altra buona notizia è il duo difensivo con il ritorno di De Ligt e Demiral. Poi ci sono i centrocampisti, Arthur sta cominciando a capire quello che vuole Pirlo, McKennie è un giocatore di rottura mentre Bentancur è sempre stato un asset per la Juventus. C’è un Dybala che va recuperato, ma mi pare che la rosa ci sia. Ora serve determinazione per leggere le partite. Faccio i complimenti a Pirlo e al presidente che l’ha voluto, spero che si vada avanti su questa strada”.

Su Ronaldo: “Secondo me è il secondo miglior giocatore del mondo perché il migliore è Messi. È legato alla Juventus da un contratto che dura ancora un anno e mezzo, credo che poi alla fine di questi quattro anni Ronaldo lascerà per andare da un’altra parte. La squadra è costruita ancora su di lui e potrebbe proseguire su una strada di una squadra meno dipendente da un solo giocatore. Morata ha confermato di essere una spalla incredibilmente efficace”.

Clicca sul podcast in calce per la trasmissione integrale.


"Domenica Sport" con Luca Cavallero. Ospiti : Alberto Cavasin (allenatore),Milena Trecarichi (giornalista), Franco Lerda (allenatore), Giovanni Cobolli Gigli (ex presidente Juventus), Rudy Galetti (concorrente Sky Sport Quiz) © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy