Ferri (psicologo): "Situazione di ansia diffusa per un'emergenza che non conosciamo"

17 mar 2020 18:34Altre notizie

Roberto Ferri, psicologo e presidente della Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza, ha parlato ai microfoni di Radio Bianconera nel corso di ‘Stile Juventus’: “Lo status emotivo di chi ci chiama è abbastanza grave, ci troviamo in una situazione di ansia diffusa per la tipologia dell’emergenza che ci ha presi impreparati e che non conosciamo. Anche i tempi di conclusione non sono noti e questo non può fare altro che creare preoccupazione, ansia diffusa e stress generalizzato. È un’emergenza che a differenza di altre, come i terremoti, colpisce tutti. Siamo tutti vittime ed è più difficile da gestire. Con i bambini si dovrebbero utilizzare le modalità che si utilizzano sempre quando c’è una situazione di pericolo esterno, i genitori devono cercare di non trasmettere la loro ansia ma senza negare le loro paure, non volerne parlare è un grandissimo errore. Ovviamente loro fanno propri l’ansia dei genitori. Gli anziani hanno problematiche maggiori perché sono evidenziati come la categoria maggiormente a rischio, quindi sono spaventati. Poi dovendo stare a casa sentono di più il senso di solitudine, anche se mi sembra che oggi gli italiani abbiano capito che le merci ci sono, che non serve svuotare i supermercati. Il nervosismo è legato alla vicinanza, tutti pensano che l’altro possa essere infetto e nessuno si fida più di nessuno. Ma mi sembra che questa fase l’abbiamo un po’ superata”.

Clicca sul podcast per l’intervento completo.


Roberto Ferri, psicologo e presidente Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza, a "Stile Juventus". © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy