Gentile: "Una volta i giocatori non facevano tante storie, oggi con la VAR tutto viene ingigantito"

06 apr 2020 18:35Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Terzo Tempo’, è intervenuto l’ex giocatore della Juventus Claudio Gentile: “Se mi rivedo in qualche giocatore in attività? Difensori come c’erano una volta non ce ne sono più. Chiellini è un po’ una via di mezzo, io l’ho avuto con l'Under 21 e lo conosco bene. Noi eravamo più soggetti a marcare un avversario, se sbagliavi una marcatura la colpa era tua. Come marcherei oggi Maradona? Una volta i giocatori non facevano tante storie, oggi con la VAR ogni episodio viene ingigantito, vedi giocatori che prendono una botta su una spalla e si toccano la testa. Vedo che mi hanno messo nella classifica dei giocatori più violenti, ma io non sono mai stato espulso per fallo violento. Ho una sola espulsione per un fallo di mano in una semifinale di Champions contro il Bruges, ero stanco e ho preso la palla con la mano. Anche Maradona è stato espulso ai Mondiali, forse dovrebbe esserci lui in quella classifica”.

Sull’esperienza alla Juventus: “Mi ha lasciato molto, direi tutto. Sono stato lì 11 anni, sono arrivato che ne avevo 20. Io non ci volevo andare perché volevo giocare e temevo di finire in panchina, avevo altre squadre blasonate che mi volevano. Poi il regolamento di una volta diceva che non si poteva rifiutare il trasferimento, mi sono messo a imparare e quegli 11 anni hanno segnato la mia vita professionale, al di là che sono juventino da bambino”.

Clicca sul podcast per l'intervento completo.


Claudio Gentile ai microfoni di "Terzo Tempo" con Marco Spadavecchia e Alberto Mauro. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy