Gianni Di Marzio: "Maradona sempre generoso sul piano umano, non come altre mezze calzette"

25 nov 2020 21:16Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Terzo Tempo’, è intervenuto l’allenatore Gianni Di Marzio, che ha ricordato così Diego Armando Maradona nel giorno della sua scomparsa: “Non ho portato io Maradona in Italia, l’ho scoperto a 16 anni così come avevo scoperto Cristiano Ronaldo quando giocava in Portogallo e che segnalai a Moggi. Lo vidi casualmente, mi parlarono di questo ragazzo quando era giovanissimo, purtroppo all’epoca Ferlaino non volle prenderlo. Il ragazzo è stato 15 giorni con me e lui mi ha sempre ringraziato pubblicamente. È il più grande giocatore di tutti i tempi, magari altre mezze calzette non ti salutano nemmeno, lui invece è rimasto sempre generosissimo sul piano umano, ha avuto sempre dei valori incredibile. Mi dispiace da morire - ha detto commosso -, ho sentito il figlio proprio oggi, lui è ricoverato per Covid. Avevamo parlato proprio oggi di andarlo a trovare in Argentina. Non ci posso ancora credere, forse l’avrebbero potuto proteggere di più nella sua carriera. A Napoli era ancora pulito, secondo me alcuni compagni non sono riusciti a proteggere e a metterlo sulla strada giusta. E questo non l’ho mai perdonato a chi si professava sui amico”.


"Terzo tempo" con Marco Spadavecchia e Giulia Borletto. Ospiti: Ricordo Maradona con Stefano Tacconi e Gianni Di Marzio; Nino Ori, Sergio Porrini, Paolo Tomaselli (Corriere della Sera) e Enrico Turcato. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy