L'ex arbitro Bonfrisco: "C'è molta confusione sulle nuove regole relative ai tocchi di mano"

04 nov 2019 16:38Altre notizie

L’ex arbitro Angelo Bonfrisco ha parlato oggi ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso della trasmissione ‘Cose di Calcio’: “La regola numero uno dice che l’arbitro ha sempre ragione, la numero due dice che nel caso in cui avesse torto bisogna tener conto della regola numero uno (ha detto con una battuta, ndr). L’arbitro più bravo è sicuramente quello che sbaglia meno, arbitrare è difficile soprattutto se le regole cambiano. E non è detto che cambino in meglio. Mi sembra che ci sia ancora molta confusione sull’innovazione dei tocchi di mano, vedo paragoni tra due tocchi di braccio neanche simili. C’è molta confusione. Vale la pena di sfruttare questa prima parte di campionato come riferimento per dire dove si è fatto bene e dove si è sbagliato. Nell’ultimo raduno, Rizzoli ha commentato il rigore che De Ligt ha subito a Lecce dicendo che in quel caso la decisione era stata più un errore. La posizione delle braccia può essere anche leggermente staccata dal corpo, non è sempre punibile con il calcio di rigore”.


Angelo Bonfrisco (ex arbitro) ai microfoni di "Cose di calcio" con Antonio Paolino e Chiara Papanicolaou. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy