Legrottaglie: "Faccio fatica a pensare a un ritorno di Allegri. Darei un'altra chance a Pirlo"

07 mag 2021 10:31Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Terzo Tempo’, è intervenuto l’ex difensore Nicola Legrottaglie, oggi allenatore: “Al Milan ho fatto solo sei mesi, c’era una leadership diversa, basata un po’ più sulle relazioni. Questa era la differenza con la Juventus, ovviamente non vuol dire che alla Juve le relazioni non ci fossero. Sono modi di fare diversi”.

Su Ronaldo: “Chi crede in alcuni principi sicuramente non è sorpreso dal fatto che il rendimento esuli dal singolo basandosi più sul collettivo. Alla fine ha mantenuto le attese, è stato prolifico al massimo, ma bisogna capire che si vince insieme e non da soli”.

Su Pirlo: “Sicuramente Andrea ha provato, ha rischiato, ha messo in atto le sue idee. Deve continuare a pensare di aver fatto la scelta giusta, poi col tempo si matura e si migliora. Sicuramente ha preso una macchina troppo grande e il prezzo da pagare è più alto rispetto al rompere una 500. Penso che sia per lui comunque un’esperienza formativa”.

Sulla costruzione dal basso: “È una di quelle mode che ogni tanto ritornano, come con i vestiti. Io ho una mia idea, se qualcosa mi permette di ottenere dei vantaggi allora la faccio, viceversa no. Bisogna allenare i giocatori ad attuare la miglior soluzione del momento”.

Sulla lotta Champions: “Chi insegue è sempre più avvantaggiato, chi è davanti e ha qualcuno che rischia di prenderlo rischia di più. Io in questo momento vedo favorite Lazio e Napoli rispetto a Juventus e Milan”.

Sul futuro della panchina della Juventus: “Io faccio fatica a pensare che Allegri torni alla Juventus per adesso. Ad oggi credo che tutto dipenderà molto dalla questione Superlega, Champions League, molto dipenderà da questa decisione qui e dal fatto che la Juventus decida o meno di cambiare qualcosa in società. In base a quello poi decideranno l’allenatore, anche una conferma di Pirlo non mi sorprenderebbe, anzi è giusto che gli diano un altro anno”.

Sul suo futuro: “Io ho deciso, voglio allenare, adesso è qualcun altro che dovrà decidere se darmi o meno una panchina. Il Palermo? In Sicilia mi conoscono bene e sanno quello che posso dare, ma non decido solo io. Spero di trovare persone in linea con i valori e le idee”.

Clicca sul podcast in calce per ascoltare la trasmissione integrale.


"Terzo Tempo" con Marco Spadavecchia e Alberto Mauro. Ospiti : Furio Fedele, Nicola Legrottaglie e Giorgio Micheletti. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy