Moggi: "Moratti ha perso un'altra occasione per stare zitto"

20 feb 2020 09:30Altre notizie

L’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi è intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera nel corso di ‘Cose di Calcio’: “Le parole di Moratti? C’è una sentenza della corte d’appello che dice che il suo presidente Giacinto Facchetti faceva lobbying con gli arbitri. Il procuratore federale del tempo Palazzi disse che l’Inter era il club che rischiava più di tutti, Moratti ha perso un’altra occasione per stare zitto. Poteva festeggiare in un altro modo e magari quelli che lo hanno interpellato potevano chiedergli se conta più una sentenza che un’altra o se la legge è davvero uguale per tutti. L’Inter era passibile per l’articolo 6 che è illecito sportivo, la Juventus per l’articolo 6 non è mai stata passibile. È bene ricordarlo al signore perché per la Juventus non parla mai nessuno, quindi parlo io. Ci sono intercettazioni in cui Facchetti e Moratti chiedono a un arbitro di far vincere loro la partita, io queste cose non le ho mai fatte”.

Su Haaland: “Contro il PSG ha fatto una grande partita, ma  la Juventus ha preso Kulusevski che in questo momento è più adatto al centrocampo della Juventus. Sicuramente era un giocatore da attenzionare perché ha delle qualità incredibili. Ha 19 anni e ha già segnato 10 gol in Champions, ma non è detto che tutti debbano venire alla Juve”.

Sull’attacco ideale in vista del Lione: “Sicuramente se paragoniamo giocatore per giocatore la Juventus è superiore al Lione in tutto, i francesi stanno faticando anche in campionato. Non dico che sia una partita vinta in partenza, ma sicuramente la Juventus ha tutte le possibilità per accedere ai quarti”.

Clicca sul podcast in calce all’articolo per l’intervento completo.


Luciano Moggi (Moggi risponde).a "Coe di calcio) © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy