Pastorin: "Scirea? Pirlo me lo ricorda per la sua capacità di parlare con il silenzio"

01 ott 2020 22:18Altre notizie

Il giornalista Darwin Pastorin è intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera a margine della mostra di Salvatore Giglio dedicata a Gaetano Scirea: “Parlare di Scirea vuol dire parlare di un amico, di una persona perbene, di un grande campione. Era un giocatore moderno, avanti già ai suoi tempi. Ha saputo vestire la gloria con umiltà, mi manca moltissimo il suo abbraccio. Chi può essere accostato a lui? Era unico, della capacità di parlare con il silenzio vedo qualcosa in Andrea Pirlo, un leader che non ha bisogno di alzare la voce per farsi sentire. E così era Gaetano”.

Sulla Juventus attuale: “Ho visto una Juventus molto degna contro la Sampdoria, in difficoltà nel primo tempo contro la Roma. Ma nella ripresa ha saputo reagire. Quando hai Ronaldo le cose diventano facili, ma a me è piaciuto quando è entrato anche Arthur per la capacità di dominare il campo e per il suo grande senso tattico. È un brasiliano di valore”.

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy