Porrini: "Dopo il lockdown sono mancate le motivazioni, confido che contro il Lione ci saranno"

03 ago 2020 15:46Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Stile Juventus’, è intervenuto l’ex juventino Sergio Porrini: “I cali di tensione? Ci sono stati due campionati, quello prima del lockdown che io considero quello su cui basarsi per avere delle risposte, e quello dopo il lockdown che sinceramente è stato deludente per quanto riguarda la Juventus, soprattutto in termini di gol subiti. Non ci si ricorda qualcosa di simile negli ultimi anni. Mi viene in mente la partita contro il Sassuolo dove ancora bisognava chiudere il campionato, con tre gol presi e Szczesny che è stato il migliore in campo. Forse avendo visto la Lazio che perdeva punti è subentrata un po’ di sicurezza, si sono perse le motivazioni. Spero che sia così altrimenti la sfida col Lione e l’eventuale prosieguo della competizione sarebbero molto difficili. Sicuramente è venuta fuori anche un po’ la stanchezza dei giocatori che non hanno mai potuto riposare. Secondo me comunque non fa mai male perdere una partita prima di una sfida così importante, io confido nelle motivazioni che contro il Lione saranno più alte”.

Clicca sul podcast in calce per la trasmissione integrale.


Stile Juventus, rubrica sul mondo Juve a cura di Nicola De Bonis. In Studio Quintiliano Giampietro al telefono Nicola De Bonis Ospiti: Sergio Porrini, Giovanni Albanese e Guido Vaciago © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy