Pulcini (Medico Lazio): "Mi rifiuto di mettere in quarantena persone sane"

19 mag 2020 19:05Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Terzo Tempo’, è intervenuto il responsabile medico della Lazio Ivo Pulcini: “Se non ci fosse la confusione lavoreremmo tutti con maggior serenità, anche i medici hanno bisogno di avere le loro certezze e si assumono come sempre le loro responsabilità, non abbiamo né perizia né imprudenza nel nostro lavoro. Ora c’è molta paura per il grande peso di una responsabilità penale che non possiamo sopportare, ma credo che questo aspetto sia stato superato. Un’eventuale infezione da Covid-19 risulterebbe un infortunio sul lavoro, quindi sarebbe coperto dal datore di lavoro”.

Possibile pensare a un campionato che riparta con una quarantena collettiva al primo contagio?
“Una premessa è doverosa, ‘ad impossibilia nemo tenetur’, se mi crei un ostacolo insormontabile vuol dire che non c’è la volontà di trovare una soluzione. Io faccio parte dell’ordine dei medici di Roma che è il più grande d’Europa, sicuramente andrei sotto procedimento disciplinare se trovassi un positivo e mandassi tutti, anche i negativi, in quarantena, questi ultimi vorrebbero un certificato che spiega perché li sto mandando in quarantena. Io non me la sento di mandare in quarantena una persona sana. Io approvo il modello tedesco, anche se loro hanno una curva di contagio diversa dalla nostra. Non ci possono chiedere l’impossibile. Tuteliamo la salute dei calciatori, isoliamo chi è sensibile perché i dati dicono che il 90% di chi contrae il virus guarisce. A questo punto se gli altri sono sani io mi rifiuto di metterli in quarantena. Non posso andare contro la mia coscienza e il codice deontologico. Nei primi giorni c’era il panico, oggi abbiamo una consapevolezza, sappiamo come trattare il virus e come prevenirlo. Nessuno ha parlato di prevenzione, noi per primi li abbiamo mandati a casa dando loro un decalogo di prevenzione, tanto è vero che nessuno fin qui ha avuto problemi”.

Le partitelle 3 vs 3 di cui si parla?
“Questa è una bella storia, ci è costata l’ispezione, ma noi siamo talmente sereni e tranquilli e fiduciosi nei giocatori che queste cose ci fanno ridere. Non ci credo a queste cose”.

Clicca sul podcast in calce per la trasmissione integrale.


“Terzo tempo” con Spadavecchia (studio) e Schiffo (skype): Ospiti: avv. Guglielmo Stendardo, avv. Michela Montanari, dottor Ivo Pulcini. avv. Massimo Durante, Ivan Cardia, Giovanni Albanese dalla Continassa. Ciccio Mariello: finale ’73. Top skills: la rovesciata. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy